Il metodo Costruiamo insieme il team vincente, è stato chiamato così proprio perché si costruisce un modello di Azienda secondo il modo di pensare e di fare azienda del titolare.

Ogni azienda è unica perciò non si possono utilizzare metodi standard, ma devono essere personalizzati secondo la personalità del titolare e allo stesso tempo è necessario definire i flussi di lavorazione per monitorarli, misurarli e migliorarli.

Il metodo è stato studiato ed implementato  per creare una cultura di crescita e formazione continua attraverso un processo strutturato che porti un beneficio ad entrambi le parti (Azienda e Collaboratori).

Le risorse umane all’interno di un’azienda rappresentano il capitale più importante ed è per questo motivo che diventa di fondamentale importanza mettere in atto una serie di strategie per preservarne il benessere, valorizzare ogni singola competenza ed ottenere così un continuo e costante miglioramento.

Il compito del titolare/imprenditore non deve essere più quello di gestire le risorse umane, ma di ISPIRARLE. In questo modo sarà più facile che i collaboratori si sentano partecipi dell’azienda e svolgano il proprio lavoro in maniera più appassionata.

Il metodo Costruiamo insieme la squadra vincente, parte dal concetto di Chiarezza.

Spesso i collaboratori non hanno chiarezza di cosa ci si aspetta da loro ed è per questo motivo che pur avendo la sensazione di dare il massimo, alla fine questo massimo non è lo stesso che si aspettava il loro titolare/superiore.

Fare chiarezza dei ruoli, del processo di lavorazione e delle aspettative per ogni ruolo facilita il processo di comunicazione e migliora la relazione tra titolare e collaboratore.

Avendo chiaro ruoli e aspettative sarà anche più facile monitorare i progressi e apportare le giuste modifiche lì dove i risultati non dovessero essere quelli attesi.

Ogni componente dell’azienda ha un proprio carattere, un proprio modo di comunicare e di relazionarsi con gli altri, perciò identificare i diversi approcci e utilizzarli in maniera differente per ognuno di loro può aiutare a migliorare le relazioni e di conseguenza le performance.

Individuati il processo di lavoro, le aspettative e il modo di relazionarsi di ogni componente sarà più facile motivarli.

Progetto Formativo

STRUTTURA DEL METODO

Il metodo COSTRUIAMO INSIEME LA SQUADRA VINCENTE  è suddiviso in macro aree:

  • Incontro con Titolare dell’azienda per definire gli ambiti di lavoro le schede di valutazione.
  • Incontri Individuali con i collaboratori coinvolti nel processo di Crescita
  • Incontri Formativi con i collaboratori in base alle aree di miglioramento emerse dalle valutazioni periodiche.
  • Follow-Up a metà percorso per monitorare i Livelli miglioramento

LA PARTE DA VALUTARE CON IL TITOLARE prevede:

  1. Individuare quali sono le aspettative del titolare
  2. Riunione con lo staff per presentare Progetto
  3. Individuare i flussi di lavoro coinvolgendo tutto lo staff
  4. Creare delle key performance
  5. Elaborare una scheda valutativa personale completa di: scopo del Ruolo, obiettivi, Mansioni e caratteristiche personali
  6. Condivisione della scheda valutativa
  7. Valutazione delle performance da parte del Titolare
  8. Autovalutazione da Parte dei Vari Collaboratori
  9. Preparazione degli incontri individuali
  10. Formazione sulla Comunicazione Efficace
  11. Incontri Individuali di confronto per individuare le aree di miglioramento
  12. Definizione obiettivi di miglioramento
  13. Follow-up per Monitorare i processi

    Se tutto questo viene fatto con il giusto stile comunicativo e il giusto atteggiamento porterà come risultato un maggior coinvolgimento nel processo di crescita e Miglioramento da parte delle risorse.

     

    ORGANIZZAZIONE DEL METODO:

    • Sessione preliminare per definizione piano di lavoro
    • Sessioni di coaching durata 60/90 minuti

    DURATA DEL PERCORSO

    • 4 Settimane

     

    Dopo aver individuato le aree di miglioramento, le kpi e le aspettative, è importante definire il piano di on-boarding.

    L’obiettivo che ci si pone con un piano di on-boarding è mantenere basso il “costo dell’assunzione e inserimento” accorciando la curva di apprendimento e riducendo così al minimo il tempo necessario per far raggiungere al neo assunto il suo pieno potenziale.

    Per fare questo è necessario preparare un piano di inserimento del nuovo dipendente con un approccio più globale che vada oltre il semplice orientamento. 

    Il piano di on-boarding si pone come finalità quella di rendere chiari ai neoassunti quelli che sono gli obiettivi generali dell’azienda, sostenerli mentre iniziano i loro primi progetti nel tentativo di ottenere velocemente la loro massima produttività. 

     

    Il Percorso formativo da svolgere con i collaboratori sarà strutturato in moduli da 2 giorni, e i partecipanti saranno le persone che di volta in volta saranno individuate in comune accordo con il titolare e con le esigenze emerse dalle singole valutazioni

     

     

    1. LEADERSHIP
    • Da capo a Leader
    • Leadership Risonante – Stili di Leadership
    • Leadership Situazionale
    • La Delega
    1. ATTEGGIAMENTO
    • Il Modello del mondo
      • Zona di Confort
      • Lavoro come un gioco
      • Statico o Dinamico
      • Reattivo Proattivo
      • Assumersi le Responsabilità
      • Atteggiamento WIN/WIN
    1. GESTIONE STATI D’ANIMO
    • Il Focus
    • Fisiologia
    • Dialogo interno
    • Le Credenze Limitanti e Potenzianti
    1. GIOCO DI SQUADRA
    • Dalla Dipendenza all’interdipendenza
    • Come essere un UOMO SQUADRA
    • La comunicazione nella Squadra
    • I Principi del Gioco di squadra
    1. MOTIVAZIONE RISORSE UMANE
    • La piramide di Maslow
    • Remunerazione Hard e soft
    • La Gratificazione
    • FEEDBACK e CRITICA COSTRUTTIVA
    1. COMUNICAZIONE
    • I Filtri della Comunicazione
    • Comunicazione Verbale Para-verbale e Non Verbale Prossemica
    • Linguaggio e Ormoni
    • I Colori della Voce
    • Ascolto Empatico
    • Azienda (comunicazione Bottom Up e Top Down )
    1. RELAZIONI VINCENTI
    • I sistemi Rappresentazionali
    • I Bisogni Umani
    • 4 tipi di Personalità
    • Guadagnarsi il RISPETTO
    • GESTIONE DEI CONFLITTI
    • Gestire COLLABORATORI DIFFICILI
    • Gestire EX COLLEGHI
    1. GESTIONE DEI CONFLITTI
    • Ethos Pathos Logos
    • Conto Corrente della FIDUCIA
    • Atteggiamento WIN WIN
    • EMPATIA
    • Come Creare RAPPORT e RICALCO
    • ASCOLTO ATTIVO
    1. GESTIONE DELLO STRESS
    • Cosa è Lo stress
    • Trasforma la pressione in SFIDA
    • Dialogo interno
    • ora Sacra
    • Tecniche di rilassamento
    • Respirazione per abbassare lo stress
    • Meditazione
    1. EFFICACIA
    • Gestione dei RISULTATI Lavorare per obiettivi
    • Obiettivi smart
    • Misurare per Migliorare
    • Le Scelte, Le Paure che ci limitano
    • La legge di Pareto
    1. TIME MANAGEMENT
      • I Quadranti del tempo
      • La Formula per la PRODUTTIVITA’ Efficacia ed Efficienza
      • La Legge di PARETO
      • Il segreto della Prima Ora
      • Il modello del Controllo

     A metà percorso verrà eseguito un questionario di valutazione Bottom-up, attraverso la somministrazione di un questionario anonimo, a risposta aperta o multipla. I collaboratori potranno esprimere un giudizio o una valutazione, basata sui punteggi relativi al comportamento dei propri responsabili/superiori. Inoltre, il questionario verrà effettuato in forma anonima, proprio, per garantire la completa libertà di espressione ai collaboratori, evitando possibili condizionamenti.

    Attraverso gli indici che emergeranno, si potranno identificare le aree di miglioramento su cui andare ad intervenire.

    Dinamica Formativa

    Il percorso prevede incontri con cadenza Mensile, durante i quali si affronteranno gli argomenti specifici di ciascun modulo.

    La formazione è organizzata in modo da rendere l’apprendimento quanto più coinvolgente possibile.

    L’intervento formativo è diviso in moduli di 2 ore circa ciascuno così organizzati:

    • Una parte di formazione Frontale con disposizione dei partecipanti a platea
    • Momenti di confronto tra i partecipanti per meglio assimilare i concetti spiegati
    • Utilizzo di spezzoni di film per coinvolgere emotivamente i partecipanti
    • A fine giornata ogni partecipante si assume l’impegno di modificare alcuni comportamenti allineandoli ai concetti che ha appreso durante le giornate.
    • L’incontro successivo inizia con un debriefing per confrontarsi sui risultati avuti in seguito alle evoluzioni comportamentali messe in atto.