Rendi in breve tempo più produttivi i tuoi nuovi collaboratori e ottimizza al meglio il lavoro del tuo Manager delle Risorse Umane. Come fare?

Nelle prossime righe ti svelerò un programma strutturato per l’incorporamento di nuovi dipendenti all’interno della tua realtà aziendale.

  • Onboarding: che cos’è?

Quando parliamo di Onboarding ci riferiamo a quel programma di incorporamento dei neoassunti all’interno della realtà aziendale. Questo programma viene approfondito durante i primi 90 giorni, per stabilirne il corretto inserimento, ed ha inizio dal giorno in cui il dipendente accetta l’offerta di lavoro fino ai 3 mesi successi all’assunzione.

Michael Watkins in The First 90 Days ha dimostrato attraverso la “Curva di Onboarding” come una persona, impegnata in nuovo ruolo, impiega 90 giorni per raggiungere il punto di breakeven, trasformando il suo essere “consumatore di valore” a “creare valore.”

L’utilizzo di un programma di Onboarding permette, quindi, al titolare dell’azienda di mantenere basso il costo dell’assunzione, dell’inserimento e di accorciare la curva di apprendimento. Inoltre, questo programma riduce al minimo il tempo necessario per far raggiungere al neo assunto il suo pieno potenziale.

  • Gli step per creare il programma di Onboarding più efficace

L’inserimento di un nuovo lavoratore è un momento critico e per questo va gestito correttamente e tempestivamente.

Il primo passo che l’azienda dovrà fare sarà quello di affiancare al neo assunto un tutor interno, il quale avrà il ruolo di “insegnante”, con il compito di:

  • Trasmettergli le conoscenze e le competenze tecniche;
  • Accompagnarlo e supportarlo per garantirgli la giusta integrazione;
  • Esplicitare le aspettative e le responsabilità;
  • Definire una prima lista di obiettivi a breve e a lungo termine;
  • Sarà responsabile della crescita e della formazione continua del neo assunto;
  • Gestore delle Risorse Umane;
  • Dare dei Feedback ai collaboratori e al titolare.

 

Purtroppo però, molte volte succede che i Tutor non sono adeguatamente formati per questo compito e di conseguenza non riescono a dare un riscontro pienamente completo e oggettivo del nuovo dipendente. Infatti, molte volte capita che, per esempio, per delle incongruenze caratteriali il tutor decida di non far continuare il nuovo dipendente, tralasciando le sue capacità e competenze.

Per evitare una errata valutazione delle performance, Accademia della Formazione ha ritenuto opportuno stilare un protocollo di formazione per i tutor interni.

Lo scopo è quello di garantire un’adeguata formazione, consentendo di valutare il neo assunto attraverso diversi elementi e secondo la Strategia Chiocciola che permetterà di avere un riscontro finale oggettivo e professionale.

  • L’importanza dell’Onboarding

Quindi, possiamo affermare che l’Onboarding è di fondamentale importanza per un’organizzazione ed è strettamente legato alla fidelizzazione e al coinvolgimento del dipendente per garantire buone performance nel tempo. Durante questa fase, il neo assunto ha il compito di acquisire tutte le conoscenze, le competenze, i valori, gli obiettivi e la filosofia aziendale.

È un momento delicato per il nuovo dipendente, che dovrà dimostrare tutte le sue capacità e doti, (oltre ad un atteggiamento disponibile, predisposizione a instaurare una rete di network, educazione, voglia di mettersi in gioco eccc,,,).

Inoltre, questo momento dovrà essere pianificato con attenzione per favorire l’integrazione dei neoassunti e ridurre al minimo il tempo necessario a raggiungere una piena acquisizione del ruolo. È durante questo periodo che il dipendente si farà un’idea dell’ambiente nel quale si troverà a lavorare, dei colleghi con cui si dovrà interagire e, soprattutto, si comprende quanto le proprie aspettative corrispondano alla realtà.

 

  • Conclusioni

Alla fine dei 90 giorni il dipendente sarà una risorsa pienamente integrata all’interno dell’azienda, contribuendo alla sua evoluzione e al suo miglioramento. Un buon piano di Onboarding, darà l’idea al neo assunto di aver trovato una realtà aziendale dove i dipendenti vengono considerati importanti per l’organizzazione, scelti tra molti candidati per i loro talento e potenziale, chiaramente riconosciuti.

 

Accademia della Formazione ti offre la possibilità di:

  • Stilare un protocollo formativo creato per i tutor interni;
  • Creare un Regolamento interno;
  • Avere un Vision ben precisa.

Per maggiori informazioni non esitare a contattarci