SOFT SKILLS PER IL SUCCESSO DELLA TUA ATTIVITA’

Se stai pensando che per ottenere grandi risultati nella tua attività, basti avere una preparazione tecnica eccellente, circondarsi di collaboratori preparati professionalmente  e aggiornarsi continuamente, ….

devo darti una brutta notizia.

accademia della formazione coaching

Questa idea di fare attività è valida a metà, perché oltre ad avere un prodotto o servizio da proporre, la tua struttura è fatta di persone che si interfacciano con altre persone.

La parola chiave in  un’attività che  prospera, attira collaboratori e sopratutto invoglia il “cliente” ad acquistare è proprio Relazione

 

Ma come si fà per creare relazioni produttive?

la risposta è:  sviluppando le competenze trasversali,  o meglio conosciute come  soft skill.

Le soft skill di una persona non sono direttamente legate alle competenze tecniche, sono capacità  relazionali e comportamentali che incidono sulle relazioni tra persone, siano esse personali che lavorative.

Le soft skill si possono  dividere in “interne”, cioè la percezione di se stessi, ed “esterne” che riguarda il modo con cui si interagisce con gli altri.

La capacità di creare relazioni “costruttive”  aiuta a trovare nuovi clienti e sopratutto rende più “sereno” e produttivo il clima all’interno dell’attività generando un’azienda felice.

welfare aziendalePer questo motivo diventa importante quando si crea un gruppo di lavoro, individuare persone in grado di relazionarsi in maniera efficace, che sappiano risolvere i conflitti, capaci di vedere le cose da prospettive diverse, che lavorino per obiettivi, che sappiano creare empatia con clienti e colleghi, o che abbiano spiccate doti di leadership nel caso debbano gestire gruppi di lavoro. 

Secondo una ricerca della  Stanford Research Institute International, il 75% del successo di un lavoro a lungo termine è dipendente dalla capacità di padroneggiare le soft skills contro il 25% delle competenze tecniche. 

Individuare le soft skill più importanti per la crescita della propria attività e lavorare su di esse per svilupparle rappresenta un passo importante.soft skill accademia della formazione

 

Le soft skill si dividono in quattro categorie:

COMPETENZE COGNITIVE
  1. PENSARE FUORI DAGLI SCHEMI

Significa riuscire ad affrontare le sfide in modi nuovi e innovativi. Ci sono casi in cui gli approcci convenzionali potrebbero non risolvere un problema; in questi casi, avere la capacità di attingere alla propria immaginazione per sviluppare nuove soluzioni rappresenta la soluzione giusta.

Pensare fuori dagli schemi dovrebbe essere nella norma, in modo tale da essere allenati a trovare soluzioni alternative senza perdersi d’animo, quando l’approccio tradizionale potrebbe risultare inadatto, insufficiente.

 

  1. GESTIONE DEGLI STATI D’ANIMO

Significa acquisire la consapevolezza che lo stato d’animo nel quale ci troviamo non dipende dagli eventi esterni che si susseguono, bensì dal modo in cui noi li interpretiamo e per questo possiamo modificarlo.

 

  1. GESTIONE DELLO STRESS

Capacità di gestire le difficoltà e di mantenere una buona prestazione lavorativa quando si è sotto pressione per fattori esterni e difficoltà (autocontrollo, resilienza, fiducia in se stessi).

 

  1. CAPACITA’ DECISIONALI

Sapere prendere decisioni efficaci, avere la capacità di esaminare a fondo una situazione per arrivare alla giusta conclusione in merito a ciò che va fatto.

Il processo da seguire

  • focalizzare il problema;
  • considerare le opzioni;
  • immaginare le conseguenze;
  • stimare la probabilità che le conseguenze si verifichino;
  • valutare la desiderabilità delle conseguenze sulla base della propria scala di valori;

 

soft skill accademia della formazione

COMPETENZE SOCIALI
  1. ABILITÀ COMUNICATIVE
  • Parlare in modo chiaro e cortese con ogni tipologia di soggetto (superiori, colleghi, clienti , etc.)
  • Utilizzare il linguaggio non verbale (postura e gesti) e para-verbale (tono e intonazione della voce) adeguatamente rispetto ai diversi contesti
  • Scegliere i mezzi di comunicazione più adatti ai contesti di riferimento 

 

  1. GESTIRE IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE 

Capacità di ascolto attivo, raccogliere il messaggio, riformulare, interpretare, avere consapevolezza dei sentimenti altrui (empatia) e dare riscontri (feedback)  

 

  1. 4 TIPOLOGIE DI PERSONALITÀ

Usare bene la comunicazione è fondamentale per tutta una serie di motivi, tra i quali:

  • farsi conoscere
  • conoscere il proprio interlocutore
  • ottenere il risultato desiderato
  • stabilire una buona relazione

Saper Riconoscere la diversità dell’altro significa compiere un enorme balzo avanti, per relazionarsi in modo efficace e non conflittuale nella vita e nel lavoro, per prendere decisioni migliori, per ottenere di più. 

Riuscirete a capire perché il vostro Cliente, Collega si comporta in un determinato modo, perché il vostro Collaboratore, invece, tende a essere troppo diretto.

Imparerai a  scoprire quali sono i talenti, le potenzialità, i  punti di forza e quelli da migliorare delle persone con le quali ti relazioni

 

 

  1. GESTIRE I CONFLITTI

Capacità di :

  • individuare la presenza di un conflitto nelle sue fasi iniziali, senza aver paura di chiamarlo “conflitto “
  • gestire situazioni conflittuali con la consapevolezza che non tutti i conflitti possono essere risolti mediare e negoziare cercando di massimizzare i risultati per ambo le parti (approccio WIN-WIN

 

  1. ORIENTAMENTO AL SERVIZIO

Essere “orientati al servizio” si intende la capacità di individuare e riconoscere i bisogni degli altri, al fine di soddisfarli al meglio, adottando un atteggiamento attento e collaborativo.

In un mercato sempre più competitivo, dove sono presenti tipologie di clienti sempre più variegati è fondamentale possedere questa capacità, ovvero, saper cogliere le esigenze dei clienti esterni e interni orientando continuamente la propria attività al soddisfacimento delle loro esigenze, coerentemente con gli standard e gli obiettivi organizzativi.

L’orientamento al servizio si manifesta, riconoscendo i propri clienti esterni e interni, ascoltando, approfondendo e analizzando le esigenze altrui 

L’orientamento al cliente è diventata una vera e propria necessità aziendale.

Comprendere cosa significa il cliente per l’attività, quali sono i suoi bisogni espliciti ed impliciti, le sue aspettative e le sue esigenze,  risolvere i suoi problemi e mostrargli la propria attenzione sono le basi di un rapporto duraturo, esclusivo e appagante con il cliente, fidelizzando la relazione commerciale.

soft skill accademia della formazione

COMPETENZE MANAGERIALI
  1. LEADERSHIP

Capacità di :  

  • condurre se stessi e gruppi di persone per farli lavorare su obiettivi comuni
    • influenzare gli altri producendo un impatto positivo
    • dare e ricevere feedback positivi o negativi sulle attività di lavoro
    • delegare attività o responsabilità ad altri

 

  1. L’ARTE DELLA DELEGA

Una delle più grandi paure dell’imprenditore è quella di perdere  il controllo della propria azienda.

Per questo, evita di delegare.

La verità è che per mantenere il controllo della tua attività devi mantenere il focus su tutto ciò che è importante, senza essere distratto da dettagli secondari.

Delegare non significa abdicare ma riconoscere il livello di competenze dei propri collaboratori e applicare il livello di delega in base alle competenze del collaboratore

Stabilisci i tuoi KPI, ovvero i tuoi indici di valutazione dell’andamento dei processi aziendali, e abitua i tuoi collaboratori a fornirti dei report regolarmente.

 

  1. COORDINARE E MOTIVARE UN TEAM

Un Team aziendale segue le stesse regole del team sportivo: in mancanza di coesione, disponibilità da parte di tutti, unità di intenti, armonia di gruppo e voglia di arrivare al risultato tutti insieme, diventa difficile centrare l’obiettivo. Capacita dei Singoli e individualità non sono abbastanza. In mancanza del senso di appartenenza e spirito di squadra, ogni risorsa continua a lavorare pensando solo a se stessa.
Il team funziona quando metodi e obiettivi  sono chiari e condivisi e quando tutto il gruppo sa gestire il tempo, seguire le regole e le procedure, definire e rispettare i ruoli. E soprattutto ogni componente del gruppo lavoro, deve sentirsi parte attiva del progetto, indipendentemente da quale sia il suo ruolo.

COMPETENZE PER REALIZZARE
  1. LAVORARE PER OBIETTIVI

Organizzare il lavoro sulla base di risultati da raggiungere in tempi programmati. Saper  pianificare e organizzare  per priorità tenendo conto del tempo delle risorse a  disposizione permetterà di avere una visione più chiara della direzione da seguire.

Educare anche i collaboratori a lavorare per obiettivi permetterà al leader di non controllarli  costantemente, perché saranno in grado di raggiungere i risultati in maniera del tutto autonoma.

Un collaboratore consapevole degli obiettivi da raggiungere si assumerà maggiore responsabilità, mettendo in atto una serie di strategie finalizzate al raggiungimento del risultato.

 

  1. GESTIONE DEL TEMPO

Definita una delle cinque competenze trasversali più importanti. Riuscire a padroneggiare questa skill ti aiuterà a mantenere il livello di stress al minimo e contemporaneamente a tenere sotto controllo il tuo lavoro. Piacerebbe a tutti avere qualche ora in più al giorno, ma visto che non è possibile diventa utile imparare ad utilizzare in modo più intelligente il tempo che abbiamo a disposizione, lavorando su quelle attività ad alta priorità ed efficienza, creando una pianificazione che contiene attività e progetti che sono davvero importanti e prioritari.

Questo permetterà di raggiungere i gli obiettivi, lavorare con più serenità e realizzare i nostri progetti.

 

Le soft skill sono abilità che si possono acquisire ed allenare per migliorare e far crescere la tua attività.

Se anche tu vuoi approfondire l’importanza delle competenze trasversali, chiedi una consulenza alla nostra segreteria.

Per ogni soft skill è prevista una sessione di coaching.

 

Chiama ora o prenota la tua sessione

Tel  080 4839232

 

 

 

oppure compila il form

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    il tuo cellulare (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Ho preso visione della privacy